CAN-DISKY! | Spray-Can Art and Dj-set Live Session

Quest’estate Urban Sea, lo spazio di ArnoVivo dedicato all’arte e alla sua conoscenza, ospiterà il progetto artistico a cura di Alessandra Ioalé, Can-Disky!, un ciclo di due appuntamenti mensili interamente dedicati alla Street Culture, che da Giugno a Agosto 2013 animeranno le serate di ArnoVivo con esposizioni, presentazioni e live paintings. Sei writers scelti nel panorama italiano per le loro doti artistiche e alcuni anche per le loro qualità curatoriali ed organizzative, che negli anni li ha portati ad operare nell’ambito d’importanti progetti artistici di respiro internazionale, sono invitati a raccontarci la loro esperienza e a esibirsi nella cosiddetta Spray-can Art, ispirati dal contesto urbano e dal ritmo dei brani scelti e fatti girare sui piatti del dj-set curato dalla Black Friday Crew. Sei piccole sessions che vogliono regalare al nostro pubblico un assaggio di questa coinvolgente e senza dubbio spettacolare espressione artistica, propria di una cultura di strada e di una certa attitudine underground, che sin dagli anni ‘90 trova a Pisa terreno fertile, innalzando la città a importante punto di riferimento e diffusione. 

Gli ospiti di giugno sono stati Sera e Corn79, entrambi artisti invitati ad eventi e mostre di alto valore culturale, a livello internazionale, ed attivi nella veste di promotori e curatori d’importanti progetti di Urban Art finalizzati alla riqualificazione dei profili urbani delle rispettive città di appartenenza. Sera apre la serata di venerdì 14 con la presentazione del progetto di riqualificazione urbana Urban Device per la Città di Grosseto, mentre Corn79 apre la serata di venerdì con la presentazione del progetto Picturin Torino Mural Art Festival, uno dei principali eventi europei di street art e graffiti-writing, che mescola grandi nomi della scena internazionale e artisti noti ed emergenti della scena cittadina. Luglio invece ha visto come ospiti, Dado e Made514, due maestri nell’arte della Wall Art il cui valore artistico è riconosciuto su scala internazionale. Hanno collaborato alla cura e organizzazione artistica di due dei più importanti progetti di Urban Art nelle città di Bologna e Padova. Dado darà prova della sua arte la serata di venerdì 12 con la presentazione del progetto curatoriale Frontier – La linea dello stile, mentre Made514 apre la serata di venerdì 26 con la presentazione del progetto Urbanizeme. Infine ad Agosto abbiamo avuto il piacere di vedere la partecipazione del fiorentino ETNIK, che ha fatto la storia del writing italiano, ancora attivo in Italia e all’estero sia nella veste di artista che di art director in progetti internazionali; e uno degli elementi portanti del panorama italiano della Street Art, Aris, le cui opere si caratterizzano per uno stile originale dalle sobrie ed eleganti silhouette di forme antropomorfe. Inoltre per il gran finale di stagione e concludere in bellezza questo progetto l’ultimo appuntamento della rassegna ha visto realizzarsi anche una performance di break dance con il Bboy Xedo (Maremma Flava) e la sua New Generation Crew.

Biografie

Sera

Tra i fondatori della KNM, una delle crew che ha fatto la storia del writing italiano, a cui sono state dedicate pubblicazioni sulle principali riviste di settore, e dell’associazione “Artefacto”, attraverso la quale collabora con le amministrazioni pubbliche per la realizzazione di progetti di riqualificazione di spazi pubblici, tra cui Uban Device per la Città di Grosseto, richiamando artisti da tutta Europa. Al centro della la ricerca di questo artista è l’interpretazione personale di uno dei soggetti principali della grafica contemporanea, la “Lettera”, che lo portano a realizzare opere in cui emergono le peculiari caratteristiche estetiche del lettering da lui studiato e rielaborato.

http://sera-knm.net

 

Corn79

Fonda “Il Cerchio e le Gocce“, la prima associazione italiana dedicata alla promozione della creatività urbana, con la quale cura la direzione artistica di importanti progetti legati alle culture urbane come il progetto Murarte della Città di Torino, tuttora in progress, fino ad arrivare a Picturin. Il suo percorso artistico è legato al muralismo con un approccio alla creatività pubblica che fa della riqualificazione urbana uno dei suoi punti forti e più suggestivi. Il segno distintivo delle sue opere è la combinazione fra soluzioni calligrafiche originali, effetti di colore, forme geometriche e la loro conciliazione con il contesto cittadino.

www.corn79.com

www.picturin-festival.com

 

Dado

Dedizione al writing inteso come disciplina artistica, come architettura della lettera e calcolo matematico, come labirintici solidi geometrici e fasci di lettere sinuose che si attorcigliano tra loro. Alla fine degli anni ’90, dopo avere l‘opportunità di lavorare in collaborazione con il famoso writer americano “Phase 2”, inizia a cercare un nuovo modo di usare fonts sulla speculazione, prima intuitiva e poi geometrica, della lettera. Da anni collabora con il Comune di Bologna ed altre città, per la decorazione e il recupero dell’arredo urbano, delle stazioni ferroviarie, delle zone industriali, delle scuole; tiene seminari alla facoltà di Storia dell’Arte Contemporanea dell’Accademia di Belle Arti di Bologna e l’Università’ di Padova. Ha collaborato ed è stato consulente artistico nell’ambito del progetto curatoriale Frontier – La linea dello stile a cura di Fabiola Naldi e Claudio Musso in collaborazione col MAMbo e l’Urban Center di Bologna..

www.imdado.com

 

Made514

Ha iniziato la sua carriera nel mondo dei graffiti nei primi anni 90. 

Parallelamente all’attività nel mondo del writing ha perseguito una carriera artistica legate alla scultura e alla pittura in nome della sperimentazione di materiali e tecniche trasponendo l’esperienza del writing su supporti più convenzionale. Le sue opere sono caratterizzate da forme morbide, linee taglienti, macchie emotive e movimenti molto dinamici, in cui le lettere si scompongono per ricomporsi in momenti senza tempo con il mondo figurativo.

E’ uno dei fondatori dell’Associazione Culturale Ologram di Padova, con cui ha organizzato e curato il progetto Urbanizeme, di promozione della street art e del writing urbano nella città di Padova, con un programma di seminari nelle scuole e un’esposizione di livello internazionale.

www.made514.com  

www.ologram.org

 

ETNIK

Etnik è lo pseudonimo dietro al quale si cela la figura poliedrica di Alessandro Battisti, dagli anni ‘90 uno degli artisti più attivi e completi del writing in Italia, a cui Etnik apporterà insoliti e personali contributi, scaturiti dalle proprie esperienze, nel campo dell’illustrazione e della scenotecnica. Lo studio del lettering non si limita alla pura ricerca estetica delle lettere ma, dopo vent’anni passati a dipingere spazi urbani di periferia e a cercarne di nuovi, l’artista lo coinvolge nella riflessione sul concetto di “città”, che ne scorge un nuovo punto di vista, fino a farne soggetto principale della sua ricerca pittorica. Il lettering diviene la base su cui Etnik imposta l’intero impianto concettuale e compositivo della sua nuova e personale ricerca artistica, che nel 2003 vede la luce sotto il nome di “Città prospettiche”. La trasformazione delle lettere, che compongono il suo nome in masse geometriche, apparentemente irriconoscibili, sono lo spunto su cui costruire moduli architettonici riconducibili a stereotipi di insediamento urbano, che s’intersecano violentemente su piani opposti e punti di vista spiazzanti per rappresentare un cemento sempre più costrittivo e un equilibrio sempre più precario nella vita quotidiana di ognuno di noi. Il suo lavoro trova ulteriore riconoscimento alla II Biennal International of Graffiti Fine Art al MuBE di San Paolo (Brasil), nel progetto curatoriale “Frontier – La linea dello stile” a Bologna, al Festival Icone 5.9 di Modena e in molti altri festival e progetti di street art, infine è art director del Festival Elementi Sotterranei 2013, coordinando il lavoro di tutti i writers all’opera.

www.etnikproduction.com

 

Aris

Inizia la sua attività nel ’93 dipingendo su treni e spazi murali. Aris ha evoluto a lungo il lettering per approdare alla figura e cercare un ulteriore superamento nella direzione dell’astrazione. Si dedica spesso alla rivitalizzazione e rigenerazione del landscape urbano e peri-urbano.

www.aix-pb.com   

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...