Archivi tag: Tania Giannouli

LA DANZA DIALOGA CON LA VIDEOARTE

Venerdì 31 ottobre alle ore 19 presso NavigArte – Teatri di Danza e delle Arti

Sconfinamenti tra i linguaggi delle Arti e i Luoghi del quotidiano
Coreografia di Movimento in actor Teatrodanza/Con.Cor.D.A. costruita sul video Public Space (dir: Marcantonio Lunardi, dir. photography: Ilaria Sabbatini, music: Tania Giannouli)

Via del Chiassatello – Corte Sanac 97-98 – Pisa

Annunci

“370 New World” selected for Cologne OFF 2014 Ecuador @ MIVA – Muestra Internacional de Videoarte Quito/Ecuador

logoMIVA2014-01

La nuova opera di Marcantonio Lunardi selezionata per Cologne OFF 2014 Ecuador @ MIVA – Muestra Internacional de Videoarte Quito/Ecuador

The new work by Marcantonio Lunardi selected for Cologne OFF 2014 Ecuador @ MIVA – Muestra Internacional de Videoarte Quito/Ecuador

COMUNICATO STAMPA

PRESS RELEASE

Si annuncia con piacere che, in occasione del 10th anniversario di Cologne OFF – Cologne International Videoart Festival, la nuova opera video “370 New World” di Marcantonio Lunardi è stata selezionata per la mostra Cologne OFF XP 2014, a cura di Wilfried Agricola de Cologne, per il Cologne OFF 2014ll’interno del MIVA – Muestra Internacional de Videoarte Quito/Ecuador, altra grande manifestazione dedicata alla videoarte internazionale.

370 New World è l’ultimo lavoro realizzato dal videoartista italiano in collaborazione con la compositrice greca Tania Giannouli, di cui ha curato la colonna sonora, che riflette sulla nuova solitudine creato dalla crisi economica e sociale che ha attraversato tutta l’Europa negli ultimi dieci anni. L’isolamento umano che viene visualizzato allo spettatore è ormai parte della vita quotidiana di molte persone. L’autore presenta così il suo lavoro creativo come una sorta di specchio in cui lo spettatore può riconoscere alcuni particolari della propria vita. Nonostante il video si concentra sul nuovo media, Lunardi non vuole fare alcuna accusa. Il lavoro, infatti, è posto al di là della discussione comune che stigmatizza le reti sociali e tecnologia. L’autore cerca semplicemente di mettere in evidenza le diverse solitudini che circondano i vari personaggi che vivono nel suo lavoro.

With pleasure we announce that, in the occasion of the 10th anniversary of Cologne OFF – Cologne International Video Art Festival, the new video work “370 New World” by Marcantonio Lunardi is selected for the exhibition Cologne OFF XP 2014, curated by Wilfried Agricola de Cologne, for Cologne OFF 2014 Ecuador in exhibition inside of MIVA – Muestra Internacional de Videoarte Quito/Ecuador.

370 New World is the last work realized by the Italian videoartist in collaboration with the Greek composer, Tania Giannouli, of which has cured the soundtrack, that reflects on the new solitude created by the economic and social crisis which crossed the whole Europe in the last ten years. The human isolation which is displayed to the spectator is, by now, part of the everyday life of many people. The author thus introduces his creative work as a kind of mirror in which the spectator may recognise some details of his or her own life. Despite the video focuses on the new media, Lunardi does not want to make any accusation. The work, in fact, is placed beyond the commonplace debate which stigmatizes technology and the social networks. The author simply tries to put in evidence the different solitudes which surround the various characters who live in his work.

http://www.marcantonio.eu | http://vimeo.com/marcantonio

Videoart Yearbook 2014 | Marcantonio Lunardi News

Videoart Yearbook 2014
L’annuario della videoarte italiana. IX edizione

Lunedì 7 luglio 2014, ore 17,30
Complesso di Santa Cristina Bologna

La nuova opera firmata da Marcantonio Lunardi, “370 New World”, realizzata in collaborazione con la talentuosa compositrice greca, Tania Giannouli, che di questo lavoro cura in maniera impeccabile la colonna sonora, è selezionata al Videoart Yearbook 2014, l’annuario della videoarte italiana, importante manifestazione arrivata alla sua IX edizione, di cui di seguito è riportato il comunicato stampa ufficiale del programma previsto per la giornata di Lunedì 7 luglio, con presentazione e proiezione di tutte le opere scelte.

L’opera video “370 New World”, di cui QUI si dà notizie più approfondite, è realizzata in collaborazione con Toscana Film Commission e prodotta da ReaLab, e prosegue un percorso iniziato da Lunardi nel 2013 sul rapporto tra cittadini, cultura e istituzioni nel mondo occidentale, che oggi si concentra sul disfacimento di una società che sta preferendo la comunicazione digitale al contatto fisico, in cui le persone, assorte nella conversazione con i molti della rete, diventano spettatori passivi di ciò che accade nella realtà che li circonda.

Sulla figura di Marcantonio Lunardi rimando QUI all’intervista che Simone Rebora dedica all’artista sulla rivista Espoarte.

The new work signed by Marcantonio Lunardi, “370 New World“, produced in collaboration with the talented Greek composer, Tania Giannouli, that this work care the soundtrack, is selected in Videoart Yearbook 2014 Annual of Italian Video Art, an important event reached its IX edition, of which the following is the official press release of the program for the day Monday, July 7, with presentation and projection of all the works chosen.

The video work “370 New World,” which gives you more news HERE, is realized in collaboration with Tuscany Film Commission and produced by ReaLabcontinuing a speech begun in 2013 by Lunardi on the relationship between people, culture and institutions in the Western world, that today focuses on the disintegration of a society that is preferring digital communication instead of physical contact, in which people, engrossed in conversation with many of the network, they become passive spectators of what is happening in the world around them. 

About Marcantonio Lunardi, I refer to the interview HERE that Simone Rebora dedicates to the artist in the Espoarte magazine.

Comunicato stampa ufficiale

Videoart Yearbook 2014
L’annuario della videoarte italiana. IX edizione

Lunedì 7 luglio 2014, ore 17,30
Complesso di Santa Cristina Bologna

Fedele a una tradizione ormai consolidata, anche quest’anno il Dipartimento delle Arti celebra il culmine dell’estate con un evento culturale, presentando un ricchissimo programma fondato sulla videoarte. Questa forma tecnica ed espressiva è soltanto un minimo settore dell’amplissimo arco storico-disciplinare che il Dipartimento abbraccia, particolarmente nel nuovo assetto, ma si raccomanda per il ruolo sempre più rilevante che la videoarte ha assunto, fungendo da punto di confluenza di ogni altro genere e tecnica. Si può ben dire che oggi tutte le arti si concentrano nel video, così come in altri tempi avveniva per il dramma o per la musica.
Al solito, è stata cura degli organizzatori scegliere un testimone di grande valore a introdurre l’evento. Quest’anno la scelta è caduta su Carlo Terrosi, che da molti anni conduce una intensa attività promozionale e gestionale nel sistema delle arti, a Bologna e in tante altre sedi, alla testa di associazioni che portano nomi esemplari, quali Le macchine celibi e Lo specchio di Dioniso.
Dopo brevi saluti di autorità accademiche e di protagonisti della manifestazione, attorno alle 18,30 inizierà la proiezione dei ventotto video selezionati dal comitato critico, composto come negli anni precedenti da Renato Barilli, Guido Bartorelli, Alessandra Borgogelli, Paolo Granata, Silvia Grandi, Fabiola Naldi. Come negli altri anni, se ne vedranno “di tutti i colori”, da mozziconi di inchiesta sociologica a gags dal sapore comico, per venire anche a creazioni di computer graphic, sempre più complesse e affascinanti.

Comitato curatoriale
Renato Barilli, Guido Bartorelli, Alessandra Borgogelli, Paolo Granata, Silvia Grandi, Fabiola Naldi

Segreteria organizzativa
Pasquale Fameli, Vardiana Iannazzo

Ospite d’onore
Carlo Terrosi

Gli artisti
ANDRECO E MANUEL MORUZZI, ARMENIA, SERGIA AVVEDUTI, STEFANO BALDINELLI, NICOLA BALLARINI, ELENA BELLANTONI, FILIPPO BERTA, ENRICO BRESSAN, RITA CASDIA, CIRIACA+ERRE, CON.TATTO, ANDREA CONTIN, ELISABETTA DI SOPRA, FRANCESCA FINI, CHRISTIAN FOGAROLLI, PATRIZIA GIAMBI, ALDO GIANNOTTI, ANTONIO GUIOTTO, MARCANTONIO LUNARDI, MATTEO MEZZADRI, LAURINA PAPERINA, LORENZA PERAGINE, MARCO RAPARELLI, CORRADO RAVAZZINI E GIOVANNA RICOTTA, ANNA RISPOLI, DANILO TORRE, DEBORA VRIZZI, AXEL ZANI.

370 New World | La nuova opera di Marcantonio Lunardi in collaborazione artistica con Tania Giannouli

Questo slideshow richiede JavaScript.

COMUNICATO STAMPA

Con grande piacere si rende nota l’uscita della nuova opera video “370 New World” realizzata dal filmmaker e videoartista toscano, Marcantonio Lunardi, in cui si vede per la prima volta concretizzata la collaborazione con la talentuosa compositrice greca, Tania Giannouli, di cui due mesi fa si annunciava la notizia (QUI), e che di questo lavoro ha curato in maniera impeccabile la colonna sonora.

Il progetto, realizzato in collaborazione con Toscana Film Commission e prodotto da ReaLab, prosegue un percorso iniziato da Lunardi nel 2013 sul rapporto tra cittadini, cultura e istituzioni nel mondo occidentale, che oggi si concentra sul disfacimento di una società che sta preferendo la comunicazione digitale al contatto fisico, in cui le persone, assorte nella conversazione con i molti della rete, diventano spettatori passivi di ciò che accade nella realtà che li circonda. La socialità, disancorata dalla comunicazione orale e dalla fisicità del contatto, sta cambiando radicalmente la propria iconografia e i proprio modi di rappresentazione. 

370 New World è un lavoro sulla nuova solitudine creato dalla crisi economica e sociale che ha attraversato tutta l’Europa negli ultimi dieci anni. L’isolamento umano che viene visualizzato allo spettatore è ormai parte della vita quotidiana di molte persone. L’autore presenta così il suo lavoro creativo come una sorta di specchio in cui lo spettatore può riconoscere alcuni particolari della propria vita. Nonostante il video si concentra sul nuovo media, Lunardi non vuole fare alcuna accusa. Il lavoro, infatti, è posto al di là della discussione comune che stigmatizza le reti sociali e tecnologia. L’autore cerca semplicemente di mettere in evidenza le diverse solitudini che circondano i vari personaggi che vivono nel suo lavoro.

PRESS RELEASE

Whit great pleasure we disclose the release of the new video “370 New World” created by filmmaker and video artist Tuscan Marcantonio Lunardi, in which we see for the first time concrete collaboration with the talented Greek composer, Tania Giannouli, of which two months ago we announced the news (HERE), and that this work has cured the soundtrack.

The project, undertaken in collaboration with Tuscany Film Commission and produced by ReaLab, continuing a speech begun in 2013 by Lunardi on the relationship between people, culture and institutions in the Western world, that today focuses on the disintegration of a society that is preferring digital communication instead of physical contact, in which people, engrossed in conversation with many of the network, they become passive spectators of what is happening in the world around them. The social, undocked by the oral communication and physicality of the contact, is radically changing its iconography and its modes of representation.

370 New World is a work on the new solitude created by the economic and social crisis which crossed the whole Europe in the last ten years. The human isolation which is displayed to the spectator is, by now, part of the everyday life of many people. The author thus introduces his creative work as a kind of mirror in which the spectator may recognise some details of his or her own life. Despite the video focuses on the new media, Lunardi does not want to make any accusation. The work, in fact, is placed beyond the commonplace debate which stigmatizes technology and the social networks. The author simply tries to put in evidence the different solitudes which surround the various characters who live in his work.

Marcantonio Lunardi, si è occupato dal 2001 di documentazione sociale e politica lavorando nel settore Media Art creando installazioni, documentari e opere di videoarte. Dopo i master al Festival dei Popoli di Firenze con Michael Glawogger, Sergei Dvortsevoy, Thomas Heis e Andrés Di Tella, ha iniziato un percorso nel cinema delle immagini in movimento sperimentando linguaggi al confine tra il cinema del reale e la videoarte. Le sue opere sono state esposte in prestigiose istituzioni internazionali come al The National Art Center, Tokyo, Galeri Nasional Indonesia, Jakarta, Fondazione Centro Studi Ragghianti di Lucca, Video Tage Center – Hong Kong, Museum King St. Stephen Museum – Székesfehérvár – Hungary e in molti festival di cinema sperimentale e videoarte come Cologne Off, Festival Internacional de Cine y Video Experimental – Bilbao, OCAT Shanghai, Cairo Video Festival – Egypt, Festival Invideo Milan – Italy, Video Art & Experimental Film Festival – Tribeca Cinemas in New York City.

Marcantonio Lunardi, he has been working since 2001 in social and political documentation in the field of Media Art, creating installations, documentaries and video-art works. After the master’s programs at the Festival dei Popoli in Florence with Michael Glawogger, Sergei Dvortsevoy, Thomas Heis and Andrés Di Tella, he began a path in the cinema of moving images, experimenting with languages at the border between the cinema of the real and the video-art. His works have been screened in some eminent international institutions such as: The National Art Center, Tokyo, Galeri Nasional Indonesia, Jakarta, Fondazione Centro Studi Ragghianti di Lucca, Video Tage Center – Hong Kong, Museum King St. Stephen Museum – Székesfehérvár – Hungar. He also appeared in many other festivals of experimental cinema and video-art, like: Cologne Off; Festival Internacional de Cine y Video Experimental – Bilbao; OCAT Shanghai; Cairo Video Festival – Egypt; Festival Invideo Milan – Italy; Video Art & Experimental Film Festival – Tribeca Cinemas in New York City.

www.marcantonio.eu

Tania Giannouli, ha studiato pianoforte, Teoria Avanzata e composizione al Athenaeum Conservatory e all’Orfeion Conservatory. La sua specialità è la mixed-media music che la vede impegnata in progetti in cui la musica si unisce con le immagini, il testo e la parola. Ha performato in teatro, film e video in festival, gallerie e musei di tutto il mondo – Grecia, Iran, Romania, Bosnia, Italia, Ucraina, Svizzera, Bulgaria, Regno Unito, Turchia, Indonesia, Spagna, Lituania, Marocco, Cina, Polonia, Israele e Brasile. Ha collaborato con i video artisti Istvan Horkay, Roland Quelven, Isabel Perez del Pulgar, Guillaume Baychelier. È uno dei membri fondatori sia del gruppo 4 +1 che dello Schema Ensemble, performando al Synch Festival del 2010. La sua collaborazione con Paulo Chagas ha portato alla pubblicazione dell’album, “Storie della foresta”, con l’etichetta Rattle . Insieme al compositore di musica elettronica Tomas Weiss fonda il progetto Emotone. Attualmente sta collaborando con uno dei più importanti scrittori greci, Evgenios Aranitsis, e ha concertato insieme a DissonArt, Atene Youth Orchestra e il quartetto d’archi Galaxy .

Tania Giannouli studied piano (Soloist Diploma with honors and 2nd Prize), Advanced Theory and Composition (Diploma with distinction and 1st Prize) at Athenaeum Conservatory and Orfeion Conservatory. Her main area of interest is mixed-media music and she is frequently engaged (either as a performer or a composer) in projects, which combine music with visuals, text and speech. Her music for theatre, film and video has been performed at festivals, galleries and museums  throughout the world – Greece, Iran, Romania, Bosnia, Italy, Ukraine, Switzerland, Bulgaria, UK, Turkey, Indonesia, Spain, Lithuania, Morocco, China, Poland, Israel and Brazil. She has collaborated with the video artists Istvan Horkay, Roland Quelven, Isabel Perez del Pulgar, Guillaume Baychelier. Improvisation plays a major part of her musical life. She is a founder member of both groups 4+1 and Schema Ensemble, which performed in the international electronic music Synch Festival in 2010. Her collaboration with the portuguese wind player and improviser Paulo Chagas resulted in the release of “Forest Stories” album by Rattle label. Tania’s interest in expanding her musical expression has led her to found the project Emotone together with the electronic music composer Tomas Weiss. She is currently collaborating with one of the most important Greek writers, Evgenios Aranitsis. Her concert music has been performed by Dissonart ensemble, Athens Youth Orchestra and Galaxy string quartet.

www.tania-giannouli.com

Tania Giannouli | Ufficiale la collaborazione tra la compositrice greca e il film maker Marcantonio Lunardi

COMUNICATO STAMPA

Si è ufficializzata proprio in questi giorni la collaborazione artistica tra la talentuosa compositrice greca, Tania Giannouli, e il film maker e videoartista, Marcantonio Lunardi. L’artista toscano, impegnato in questo periodo a girare in alcune location storiche lucchesi che faranno da sfondo alla sua nuova opera “New World”, vede concretizzarsi questo prezioso rapporto di lavoro e di stima reciproca contemporaneamente alla produzione del suo video, di cui la musicista greca curerà la colonna sonora. Il progetto, realizzato in collaborazione con Toscana Film Commission e prodotto da ReaLab, prosegue un percorso iniziato da Lunardi nel 2013 sul rapporto tra cittadini, cultura e istituzioni nel mondo occidentale, che oggi si concentra sul disfacimento di una società che sta preferendo la comunicazione digitale al contatto fisico, in cui le persone, assorte nella conversazione con i molti della rete, diventano spettatori passivi di ciò che accade nella realtà che li circonda. La socialità, disancorata dalla comunicazione orale e dalla fisicità del contatto, sta cambiando radicalmente la propria iconografia e i proprio modi di rappresentazione. 

It was made ​​official in recent days the artistic collaboration between the talented Greek composer, Tania Giannouli, and the filmmaker and video artist, Marcantonio Lunardi. The Tuscan artist, committed at this time to do some filming in Lucca historical locations that will be the backdrop to his new work “New World”, sees take the form this precious work relationship and mutual respect at the same time the production of his video, of which the Greek musician will care the soundtrack. The project, undertaken in collaboration with Tuscany Film Commission and produced by ReaLab, continuing a speech begun in 2013 by Lunardi on the relationship between people, culture and institutions in the Western world, that today focuses on the disintegration of a society that is preferring digital communication instead of physical contact, in which people, engrossed in conversation with many of the network, they become passive spectators of what is happening in the world around them. The social, undocked by the oral communication and physicality of the contact, is radically changing its iconography and its modes of representation.

Marcantonio Lunardi, si è occupato dal 2001 di documentazione sociale e politica lavorando nel settore Media Art creando installazioni, documentari e opere di videoarte. dopo i master al Festival dei Popoli di Firenze con Michael Glawogger, Sergei Dvortsevoy, Thomas Heis e Andrés Di Tella, ha iniziato un percorso nel cinema delle immagini in movimento sperimentando linguaggi al confine tra il cinema del reale e la videoarte. Le sue opere sono state esposte in prestigiose istituzioni internazionali come al The National Art Center, Tokyo, Galeri Nasional Indonesia, Jakarta, Fondazione Centro Studi Ragghianti di Lucca, Video Tage Center – Hong Kong, Museum King St. Stephen Museum – Székesfehérvár – Hungary e in molti festival di cinema sperimentale e videoarte come Cologne Off, Festival Internacional de Cine y Video Experimental – Bilbao, OCAT Shanghai, Cairo Video Festival – Egypt, Festival Invideo Milan – Italy, Video Art & Experimental Film Festival – Tribeca Cinemas in New York City.

Marcantonio Lunardi, he has been working since 2001 in social and political documentation in the field of Media Art, creating installations, documentaries and video-art works. after the master’s programs at the Festival dei Popoli in Florence with Michael Glawogger, Sergei Dvortsevoy, Thomas Heis and Andrés Di Tella, he began a path in the cinema of moving images, experimenting with languages at the border between the cinema of the real and the video-art. His works have been screened in some eminent international institutions such as: The National Art Center, Tokyo, Galeri Nasional Indonesia, Jakarta, Fondazione Centro Studi Ragghianti di Lucca, Video Tage Center – Hong Kong, Museum King St. Stephen Museum – Székesfehérvár – Hungar. He also appeared in many other festivals of experimental cinema and video-art, like: Cologne Off; Festival Internacional de Cine y Video Experimental – Bilbao; OCAT Shanghai; Cairo Video Festival – Egypt; Festival Invideo Milan – Italy; Video Art & Experimental Film Festival – Tribeca Cinemas in New York City.

www.marcantonio.eu

Tania Giannouli, ha studiato pianoforte, Teoria Avanzata e composizione al Athenaeum Conservatory e all’Orfeion Conservatory. La sua specialità è la mixed-media music che la vede impegnata in progetti in cui la musica si unisce con le immagini, il testo e la parola. Ha performato in teatro, film e video in festival, gallerie e musei di tutto il mondo – Grecia, Iran, Romania, Bosnia, Italia, Ucraina, Svizzera, Bulgaria, Regno Unito, Turchia, Indonesia, Spagna, Lituania, Marocco, Cina, Polonia, Israele e Brasile. Ha collaborato con i video artisti Istvan Horkay, Roland Quelven, Isabel Perez del Pulgar, Guillaume Baychelier. È uno dei membri fondatori sia del gruppo 4 +1 che dello Schema Ensemble, performando al Synch Festival del 2010. La sua collaborazione con Paulo Chagas ha portato alla pubblicazione dell’album, “Storie della foresta”, con l’etichetta Rattle . Insieme al compositore di musica elettronica Tomas Weiss fonda il progetto Emotone. Attualmente sta collaborando con uno dei più importanti scrittori greci, Evgenios Aranitsis, e ha concertato insieme a DissonArt, Atene Youth Orchestra e il quartetto d’archi Galaxy .

Tania Giannouli studied piano (Soloist Diploma with honors and 2nd Prize), Advanced Theory and Composition (Diploma with distinction and 1st Prize) at Athenaeum Conservatory and Orfeion Conservatory. Her main area of interest is mixed-media music and she is frequently engaged (either as a performer or a composer) in projects, which combine music with visuals, text and speech. Her music for theatre, film and video has been performed at festivals, galleries and museums  throughout the world – Greece, Iran, Romania, Bosnia, Italy, Ukraine, Switzerland, Bulgaria, UK, Turkey, Indonesia, Spain, Lithuania, Morocco, China, Poland, Israel and Brazil. She has collaborated with the video artists Istvan Horkay, Roland Quelven, Isabel Perez del Pulgar, Guillaume Baychelier. Improvisation plays a major part of her musical life. She is a founder member of both groups 4+1 and Schema Ensemble, which performed in the international electronic music Synch Festival in 2010. Her collaboration with the portuguese wind player and improviser Paulo Chagas resulted in the release of “Forest Stories” album by Rattle label. Tania’s interest in expanding her musical expression has led her to found the project Emotone together with the electronic music composer Tomas Weiss. She is currently collaborating with one of the most important Greek writers, Evgenios Aranitsis. Her concert music has been performed by Dissonart ensemble, Athens Youth Orchestra and Galaxy string quartet.

www.tania-giannouli.com