Archivi tag: 2014

CORPOC TOURette 2014: Dr. Pira e Lapis Niger – Recap della presentazione al Lanteri

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Cinema Caffè Lanteri di Pisa  dedica per il mese di dicembre un bellissimo appuntamento col mondo dell’autoproduzione insieme a due autori d’eccezione, Dr. Pira e Lapis Niger, ospitando una delle tappe del mitico CORPOC TOURette 2014, il tour di presentazioni dell’agenzia di stampa serigrafica CORPOC, che ha deciso di pubblicare i due libri a fumetti dei suddetti autori.

Ieri con i Superamici, oggi con i Fratelli del Cielo, Dr. Pira in dialogo con Tuono Pettinato racconta la sua esperienza nel fumetto e nell’illustrazione underground presentando al pubblico la nuova edizione limitata del volume che per la prima volta raccoglie tutte le famose avventure di “Batma e Robi. Gli Eroi della Convenienza”, di cui saranno esposte alcune tavole originali nella Sala Dinne del Caffè. Storie di amicizia, emozioni, che non hanno nulla a che fare con gente che va in giro vestita da pipistrello in America, e che include i primi rarissimi episodi e i due albi esauriti da tempo, la cui copertina è una vera chicca da collezione perché serigrafata dagli amici di CORPOC. Il duo dello studio serigrafico bergamasco, collaborando infatti con artisti del pennello e della matita nostrani, si son fatti conoscere negli anni anche dal pubblico pisano, e in questa occasione non ci siamo fatti scappare l’opportunità di ospitare il loro tour e un altro bel disegnatore con cui collaborano. Parliamo di Lapis Niger, conosciuto al mondo della musica come Napo voce dei Uochi Toki e artefice degli artwork musicali del suo gruppo, che presenta il suo ultimo fumetto “Piano immaginario 2”, continuazione di “Piano Immaginario 1”, lavoro d’esordio pubblicato da Modo Infoshop di Bologna nel 2011, che ha scelto la forma del fumetto per praticità, ma mantiene la segreta voglia di essere un cartone animato e l’ancora più recondita volontà di essere una storia che avviene sul Piano Reale. Un compendio di mitologia riscritta e patafisica ripieno di personaggi.

Di seguito il podcast della serata trasmessa in streaming il 19 dicembre da Radiocicletta, media partner dell’evento.

 

Dr. Pira: http://www.fumettidellagleba.org/

Lapis Niger: https://www.flickr.com/photos/lapisniger

Annunci

CORPOC TOURette 2014: Dr. Pira e Lapis Niger @ Cinema Caffé Lanteri

Questo slideshow richiede JavaScript.

Venerdì 19 Dicembre

Inaugurazione della mostra di tavole originali di Dr. Pira ore 19

Incontro con gli autori dalle ore 19.30

Dal 19 dicembre 2014 al 16 Gennaio 2015

Per il mese di dicembre il Cinema Caffè Lanteri di Pisa ha in serbo un bellissimo appuntamento con il mondo dell’autoproduzione, il 19 dicembre alle ore 19.30 con due autori d’eccezione, Dr. Pira e Lapis Niger, ospitando una delle tappe del mitico CORPOC TOURette 2014, il tour di presentazioni dell’agenzia di stampa serigrafico-esoterica-batti5 CORPOC, che ha deciso di pubblicare i due libri a fumetti dei nostri suddetti autori e di portarli in giro nelle fumetterie, nelle librerie,negli spazi ibridi.

Senza titolo-1

Ieri con i Superamici, oggi con i Fratelli del Cielo, Dr. Pira in dialogo con Tuono Pettinato racconta la sua esperienza nel fumetto e nell’illustrazione underground presentando al pubblico la nuova edizione limitata del volume che per la prima volta raccoglie tutte le famose avventure di “Batma e Robi. Gli Eroi della Convenienza”, di cui saranno esposte alcune tavole originali nella Sala Dinne del Caffè. Storie di amicizia, emozioni, che non hanno nulla a che fare con gente che va in giro vestita da pipistrello in America, e che include i primi rarissimi episodi e i due albi esauriti da tempo, la cui copertina è una vera chicca da collezione perché serigrafata dagli amici di CORPOC. Il duo dello studio serigrafico bergamasco, collaborando infatti con artisti del pennello e della matita nostrani, si son fatti conoscere negli anni anche dal pubblico pisano, e in questa occasione non ci siamo fatti scappare l’opportunità di ospitare il loro tour e un altro bel disegnatore con cui collaborano. Parliamo di Lapis Niger, conosciuto al mondo della musica come Napo voce dei Uochi Toki e artefice degli artwork musicali del suo gruppo, che presenta il suo ultimo fumetto “Piano immaginario 2”, continuazione di “Piano Immaginario 1”, lavoro d’esordio pubblicato da Modo Infoshop di Bologna nel 2011, che ha scelto la forma del fumetto per praticità, ma mantiene la segreta voglia di essere un cartone animato e l’ancora più recondita volontà di essere una storia che avviene sul Piano Reale. Un compendio di mitologia riscritta e patafisica ripieno di personaggi.

La serata prevede anche una full immersion nella serigrafia con i ragazzi di CORPOC, che realizzeranno dal vivo una stampa serigrafica dei manifesti tutelari del TOURette e in più applicheranno agli indumenti indossati o portati da casa dal pubblico, la stampa di alcuni disegni segreti che sarà possibile serigrafare solo e soltanto durante questa, come nelle prossime, loro tumultuosa presentazione.

Grazie al programma Crazy Mandei di Radiocicletta, media partner dell’evento, si realizzerà lo streaming della serata!!!

Dr. Pira: http://www.fumettidellagleba.org/

Lapis Niger: https://www.flickr.com/photos/lapisniger

 

CORPOC

CORPOC [/’kɔrpok/] è uno studio serigrafico.

Attivo a Bergamo dal 2011, è declinato in tre attività principali:

STAMPA SU COMMISSIONE

Serigrafia su qualunque supporto piano (carta, maglie e tessuto, vinili e cd, legno, plastica) e in qualunque quantità – nessun minimo richiesto.

Realizzazione di packaging e assistenza stampa supporti musicali (CD, vinili, tapes)

Stampa offset/digitale per volantini, poster, copertine, libri

Stampa digitale su tessuto

– PRODUZIONI
Catalogo uscite nella sezione releases; disponibili presso il nostro shop on line
Possibilità di concordare la distribuzione / rivendita delle nostre produzioni

– DOCENZA WORKSHOP

Workshop di serigrafia, durata e struttura modulabili in base alle richieste. Fino ad ora abbiamo collaborato con varie associazioni per proporre workshop locali (a Genova, Alessandria, Viareggio, Milano, Rovereto, Pisa, Brescia, Bolzano, Vicenza) e collaboriamo in modo stabile con lo I.E.D. di Milano per la docenza del corso di serigrafia rivolto agli alunni del III anno di illustrazione.

 

Venerdì 19 Dicembre

Inaugurazione della mostra di tavole originali ore 19

Incontro con gli autori dalle ore 19.30

Dal 19 dicembre 2014 al 16 Gennaio 2015

Orari:

mar-ven 7.30-15.00 18.30-22-30, sab-dom 8.30-13.00 16.30-22.30

Cinema Caffè Lanteri

Via San Michele degli Scalzi 46, Pisa

www.cinemalanteri.com | info@cinemalanteri.com

Parentesi Aperte: 108 “Passaggi Concreti” @ Studio D’Ars Milano

108 "Untitled"  2013

108 “Untitled” 2013

Parentesi Aperte: 108 Passaggi Concreti

a cura di Alessandra Ioalé

 

Dal 12 dicembre al 13 gennaio 2015

Opening 12 dicembre ore 18

Studio D’Ars Milano

Il 12 dicembre alla Galleria Studio D’Ars di Milano, inaugura Passaggi Concreti, la seconda personale del ciclo Parentesi Aperte dedicata all’artista italiano 108 a cura di Alessandra Ioalé. L’artista in questa occasione presenta un corpus di opere su carta, tela, video e installazione in cui centrale è la rappresentazione di grandi megaliti, che riportano in sé i segni di un passato antico, rivisitati da una nuova sperimentazione delle gamme cromatiche in rapporto a ogni forma sviluppata e al significato di ogni colore. Passaggi Concreti, appunto, attraverso cui conoscere l’ignoto di questo mondo, e davanti a cui 108 si pone in ascolto, per restituirne il suono. Una grande apertura e sensibilità spingono infatti l’artista a non smettere mai di cercare e trovare la forma finale di ciò che non ha mai avuto forma ed entrare in contatto con il proprio inconscio, influenzato dall’enviroment naturale, in cui convivono forme organiche e artificiali primitive, che suscitano in lui urgenze espressive più importanti e che lo portano ad essere uno dei massimi esponenti del post-graffitismo europeo.

108

108 (Guido Bisagni, 1978) is an Italian artist in the field of street art and contemporary art from Alessandria. 108 has moved from working in traditional graffiti art to painting large and mysterious figures that invade public spaces. He was the first writer to use numbers instead of letters for his name. He started to work when he was a child on the streets of Alessandria, and used different names. His work has appeared on the streets of Milan, Paris, London, Berlin, and New York City. His first works known by people are enigmatic “blob”-like yellow shapes. It is his firm intention to make visual chaos. His new works are labyrinths, dead trees, non figurative 3D objects and installations, but especially black and gloomy shapes, becoming one of the biggest and influential artists in graffiti abstractism. In the last years, he took part in a lot of international exhibitions: Nusign 2.4 in Paris, Urban Edge Show in Milano, Segundo and Tercer Asalto in Zaragoza and, in 2007 he was invited to join the project called Walls inside the Biennale di Venezia. During March 2008 he was invited to join Nomadaz (a show curated by Pablo Aravena) in Los Angeles with Eltono, Dem, Microbo and other artists to represent Europe in the U.S.A. 108’s doomy black abstractions are engaging and challenging in equal measure. Whether it be within the confines of a small room in the abandoned monastery, where the large triangular constructions are most effective and have the effect of warping and playing with the room’s dimensions as the viewer attempts to back away and comprehend the pieces, or as a surreal floating void on a wall beside a busy road.

http://www.108nero.com/

 

Progetto Parentesi Aperte. Cinque personali espressioni contemporanee

A cura di Alessandra Ioalé

 “Parentesi Aperte” è il ciclo di cinque mostre personali a cura di Alessandra Ioalé, che ha lo scopo di presentare al pubblico cinque personalità artistiche, operanti prevalentemente sul territorio italiano ed europeo, all’interno di Studio D’Ars di Milano, per la stagione 2014/2015, uno spazio nel cuore della metropoli che si propone di essere e che sta diventando punto di riferimento per la conoscenza e divulgazione delle tendenze che oggi caratterizzano l’arte contemporanea. Cinque personali espressioni molto differenti tra loro, sia per formazione che per soluzioni estetico-formali, ma con il comun denominatore nella cultura underground degli anni ‘90 e nella capacità di captare, di sentire e rispondere “insieme” alle stesse esigenze espressive e comunicative in assoluta sintonia con il resto d’Europa e del mondo, superando i confini naturali delle proprie discipline di riferimento, e per alcune anche quelli geografici. Artisti che partendo dai muri hanno la capacità di spandere la propria arte in oggetti, installazioni, tele e quant’altro, come particelle di loro stessi articolate in un più ampio discorso parallelo, o viceversa artisti che vogliono andare oltre il foglio di carta, oltre la tela, per raggiungere le grandi superfici murali, tutto per giungere al cuore di un pubblico sempre meno elitario. Un’energia creativa italiana inconfondibile e originale che ha scelto comunque di esplorare e sviluppare la propria ricerca in ciò che oggi è definita Arte Urbana, riuscendo a potenziarsi in reciproco scambio con le forze creative degli altri paesi.

La scelta dei cinque artisti nasce per empatia con la loro opera e per l’intesa che si è creata tra me, come storica dell’arte e come persona, e loro come persone portatrici di grande sensibilità estetica attraverso la quale plasmano il messaggio da trasmettere. Per ognuno compiremo un approfondimento critico sulla ricerca attuale dell’artista, aprendo cinque parentesi sul loro operato che ne metta in evidenza le peculiarità e le capacità di sviluppo oltre la propria disciplina di riferimento, in stretto rapporto con la propria esperienza di vita, sia professionale che quotidiana, al di fuori dei circuiti culturali istituzionali. Pur partendo dalla rielaborazione di tematiche diverse ed opposte vedremo una netta relazione tra il vissuto e il dipinto, tra il reale e il riprodotto. Cinque “parentesi aperte” che possano lasciare intuire ciò che può divenire in futuro, grazie all’analisi dello stile e della poetica che nel tempo sono diventati riconoscibili e caratteristici. Cinque “parentesi aperte” sulle personalità di CT, 108, Aris, Giulio Vesprini, Gio Pistone.

 

20 Gen. – 20 Feb. 2015

Parentesi Aperte: Aris

3 – 24 Marzo 2015

Parentesi Aperte: Giulio Vesprini

1 – 28 Aprile 2015

Parentesi Aperte: Gio Pistone

 

 

Studio D’Ars Milano

Via Sant’Agnese 12/8 – tel. +39 346 6292285

Mail: danieledecia75@gmail.com

Diagonals. Il libro d’artista di L’Atlas | La nuova avventura editoriale di Le Grand Jeu

Questo slideshow richiede JavaScript.

In occasione dell’apertura di “Transversal“, prima personale italiana di L’Atlas alla Wunderkammer di Roma, lo scorso 22 novembre, è stato presentato “Diagonals“, il primo libro d’artista del grande urban artist parigino nonché il primo progetto nel campo dell’editoria d’artista de Le Grand Jeu in collaborazione con il rinomato Atelier R.L.D. di Parigi, che ha stampato il libro in edizione limitata a 50 copie su carta Rivoli.

Si tratta di 14 litografie firmate e numerate da Jules Dedet Granel aka L’Atlas, ognuna delle quali rappresenta un passo nell’elaborazione del suo bozzetto disegnato a mano. Come spiega, Christian Omodeo che scrive il testo critico del libro, l’artista abbandona la linearità orizzontale e verticale delle sue lettere scritte, per dieci anni elementi centrali nella sua ricerca artistica, per esplorare un nuovo spazio formale riempito con diagonali. Un cambiamento di prospettiva verso ciò che è stato l’amore per la calligrafia con cui ha lasciato la sua impronta su grandi e significativi spazi urbani in giro per il mondo.

L’Atlas is a French artist born in 1978. He began doing graffiti in the early 1990s. Fascinated by the history of handwriting, he has studied calligraphy in several countries and designed his own typography. He frequently works in public spaces and has become a major figure of the Street Art movement. He has also developed a pictural universe, where he leads the written word towards calligraphic abstraction. He lives and works in Paris.
The Atelier RLD has been founded in 1973 in Paris by Robert and Lydie Dutrou and has collaborated with artistes like Miró, Chillida, Tapiès, Alechinsky, Miotte, Seguí, Sugaï, Papart, Ionesco, Tardieu, Mandiargues, Butor and Perec, to produce prints and artists’s books during almost forty years. In 1985, Robert and Lydie Dutrou have opened a second atelier in Bourgogne, where they have installed various printing presses. MoMA considers Anular, produced by Antonio Tapiès at Atelier RLD in 1981, one of the fifty more precious artists’ books in the world. 

DIAGONALS

Printed on 240 gr. Rivoli paper
White cloth-covered clamshell box
Book dimensions: 25 x 25 cm. (9.84 x 9.84 in.)
Text by Christian Omodeo
Edition of 50, signed and numbered by the artist
2014

 

Insoliti passaggi tra due universi creativi in dialogo di Alessandra Ioalé per PaginaQ

Il 10 maggio scorso la nuova Galleria Passaggi di Pisa ha inaugurato la propria stagione espositiva con una mostra davvero speciale. Si direbbe un attraversamento delle esperienze di due pratiche artistiche, quello che si attua in Galleria dove ogni oggetto artistico, nella sua dimensione visiva o verbale, rilegge il quotidiano vissuto donandone un nuovo significato, quello soggettivo e peculiare dell’artista Sabrina Mezzaqui e della poetessa Antonella Anedda. “Un forma di attenzione” sulla vita di certe cose che si condivide qui con il pubblico.

Due modalità compositive in dialogo tra loro e con lo spazio della Galleria stessa, mostrando le affinità che possono intercorrere tra la parola scritta e rappresentata o ciò che essa può ispirare visivamente.

Sabrina Mezzaqui_Che tu sia per me il coltello Galleria Passaggi

Sabrina Mezzaqui_Che tu sia per me il coltello Galleria Passaggi

Leggete l’intera recensione QUI su PaginaQ

Guerrilla SPAM @ (ac)Cenni di (con)TempORAneo 2014 – di Alessandra Ioalé per Street Art Attack

SPAM Trionfo dell'Apparenza_Panoramica_Ph. Chiara Calanca

Street Art Attack torna nuovamente a parlare del lavoro di SPAM e della sua Guerrilla, portata ormai sui muri di parecchie città italiane e straniere, contro tutto ciò che è falso ma i media ci spacciano per vero; contro tutto ciò che è effimera imitazione ma la nostra società ne fa suo baluardo di mera apparenza sotto cui sopravvivere senza porci domande, che rivelano verità scomode. La Guerrilla messa in scena in un lungo ciclo di opere con le quali SPAM si distingue nel panorama artistico dell’arte urbana, per un uso colto delle citazioni classiche e moderne dell’arte “agghindate” da un’ archeologia di simboli appartenenti invece alla sfera del nostro quotidiano contemporaneo, su cui ogni volta si costruisce la metafora critica racchiusa nella composizione, giocata sul bianco e nero, come fosse uscita da una matrice xilografica.

SPAM_Trionfo dell'Apparenza_Particolare_Ph. Chiara CalancaLeggete l’intero articolo QUI su Street Art Attack

Yonel Hidalgo Perez | Stilleven. Lo promestido es deuda @ Studio Gennai Pisa by Alessandra Ioalé per PaginaQ

“Una mostra ben articolata, un percorso espositivo sensoriale e visivo attraente, che pone in evidenza le grandi capacità di Hidalgo Perez nella trasversalità di riflessione attraverso una ricca e varia produzione di opere con media espressivi differenti. “

Yonel Hidalgo Perez "Realtà corretta" @ Studio Gennai Pisa © Copyright 2014 Dania Gennai 5

Yonel Hidalgo Perez “Realtà corretta” @ Studio Gennai Pisa © Copyright 2014 Dania Gennai 5

Leggi l’intero articolo QUI pubblicato il 20 aprile 2014 su PaginaQ