Archivi categoria: Video

In questa sezione inserirò una personale selezione di video documentari, in stop motion, time lapse, che raccontano, ricostruiscono in pochi minuti il processo creativo di un opera o approfondiscono il ritratto di un’artista.

“Wrong weight” | Opera scultorea di Tomasz Górnicki e Chazme per UNIQA Art Łódź project in Polonia | Video

Ad agosto scorso gli artisti Chazme e Tomasz Górnicki hanno realizzato una bellissima opera scultorea dal titolo eloquente, “Wrong weight”, per UNIQA Art Łódź project a cura di Michał Bieżyński in collaborazione con Łódź Events Centre. Il video mostra i due differenti processi produttivi dei due artisti: lo scultore Tomasz Górnicki e il muralista Daniel Chazme. Due stili ed esperienze differenti, come vedrete e come sapranno i conoscitori dei due artisti, che all’unisono, quando la scultura è stata poi assemblata sul posto, hanno saputo dar vita a un gruppo scultoreo magniloquente.

Foto di copertina: Chazme and Tomasz Górnicki for UNIQA Art Łódź project in Łódź, Poland. August, 2017. (photo © Michał Bieżyński)

Title: “wrong weight”
Artists: Tomasz Górnicki | Chazme
Address: Station Boat Station (from al. Family Poznań)
Project: Uniqa art boat
Curator: Michał Bieżyński
Organizer: Łódzkie Centrum Wydarzeń

“Man and monolith are falling apart in front of our eyes. We do not know whether the break up of the base couses the fall of the figure, or the figure collapses within itself, and the proper mass of its ego absorbs the surroundings. Both matters interact, one destroys the stability of the other. Impermanence, invalidity, decrease.” Chazme

Articolo via Brookyn Street Art

Annunci

Combinations | Giorgio Bartocci e Nemco per Wall Skin alla Florence Tattoo Convention | Video

Combination è l’opera realizzata da Giorgio Bartocci e Nemco per il progetto Wall Skin a cura di 400 Drops nell’ambito del Florence Tatoo Convention. Il titolo del lavoro è sibillino, ovvero è il frutto di una combinazione di due stili e ricerche diversi che si intrecciano fra loro in una serie di 6 tele per una superficie totale di due metri per tre. Il risultato? Un’opera unica, ma volendo sempre diversa a secondo di come si compongono le singole tele a parete.

WALLSKIN2016 @ Florence tattoo convention

Foto credits 400 drops

Sweetbread | New Lithography by Ugo Gattoni e Mcbess | Video

Sweetbread è il risultato della residenza artistica di una settimana tra Ugo Gattoni e Mcbess al laboratorio tipografico URDLA, che si trova a Villeurbanne. Per sette giorni, i due amici artisti hanno mangiato insieme, disegnato insieme, e insieme hanno creato questa litografia su pietra, prodotta da Sold Art Gallery, intitolata Sweetbread. Una bellissima occasione per Ugo Gattoni e Mcbess di immergersi e sperimentare uno dei principali temi delle loro illustrations – food.

Il progetto dei due artisti è stato quello di starsene isolati per una settimana, circondati da cumuli di cibo, creando un’opera insieme. Il cibo è una passione e una fonte di ispirazione per le loro illustrazioni. I due artisti, che vivono a Londra e Parigi, si incontrano regolarmente per cucinare, mangiare e condividere idee intorno al cibo. La residenza è stata l’occasione per andare più in profondità sul tema e scoprire Lione, nota per la sua gastronomia e i suoi prodotti locali. 

L’opera è la rappresentazione di un paradiso immaginario. Quello di Ugo Gattoni e McBess. Sweetbread è la matrice dei loro piaceri personali, sia fisici che intellettuali. Una scena surreale in un clima di festa, è il loro modo di ritrasmettere i momenti che hanno condiviso durante questa settimana di residenza.

Ugo Gattoni & Mcbess – Sweetbread

Original lithograph 1 colour Format: 56 x 76 cm Number of copies: 30 Signed and numbered by the two artists Printed on Velin paper with fringed edges, BFK Rives 250g/sq.m. (100% cotton)
Sold with a certificate of authenticity – http://www.soldart.com 

Barcellona custodisce una tag in un puzzle di 100 Persianas by MVIN | Video

 

Negli ultimi mesi, l’artista che si fa chiamare “vandalist” MVIN restando nell’anonimato, ha dipinto a spray nella completa illegalità (indossando un giubbotto giallo all’apparenza ufficiale per non dare nell’occhio alle forze dell’ordine) ben 100 saracinesche/serrande chiuse in giro per Barcellona. Nel loro insieme questi 100 pezzi ricostruiscono la tag dell’artista/writer.  E’ la tag più elaborata e grande al mondo mai realizzata, possibile da leggere soltanto ricostruendo il puzzle di fotografie delle 100 serrande postate sul profilo del progetto 100 Persianas. Altrimenti per chi si trovasse nella capitale catalana, può munirsi di buone scarpe da tennis e andare in giro a scoprire i pezzi e fotografarli attraverso la mappa che si trova postata qui (fonte della notizia) -> http://www.techinsider.io/mvin-artist-creates-giant-mural-in-spain-2016-6

“Promise” new wall by Giulio Vesprini for WöW Urban Art Project | Video

PROMISE, a street art intervention by artist Giulio Vesprini. The work has been created between the 5th and the 7th of February in “Piazza della Pace”, a multicultural working-class neighborhood in Terni, Umbria. The launch of the graffiti is schedule for Sunday the 21th of February at 4.30pm. It will be a collective celebration together with the artist himself and the community of Piazza della Pace. The artistic project comes to light thanks to the “Associazione Culturale Primavere Urbane” with the support of Terni Council, Ater, Asm spa and the cultural proposal of Valentino of Terni. “Primavere Urbane” chooses Piazza della Pace and the artist Giulio Vesprini as starting points for “WOW- URBAN ART PROJECT”.
“WoW” is the need to rediscover an own identity through astonishment. The urban fabric of our cities asks to be questioned and interpreted; in the streets, in the neighborhoods lurk micro worlds of realities which ask to be lived and watched. Art is the only means through which time and space can communicate, creating an urban pattern made by different and dynamic variables. “WoW” is a proposal, an attempt of interpretation, but also an empty wall where everyone is asked to impress those signs which in future will disseminate the story of our present. “WoW” has in fact come to life with an artwork named PROMISE, the promise that artist Giulio Vesprini makes to the city of Terni, a wish of continuity and aggregation aiming to transform Piazza della Pace in an outdoor work of art. The objective is to create a “piazza work of art”, made up by the exchange by inhabitants and artists: A place of identities and memories to take care of and from which restarting: Giulio Vesprini’s PROMISE embodies all this.
Born in Civitanova Marche in 1980, artist Giulio Vesprini defines himself an arch-graphic. Since 2007 he exhibits in national and international art galleries, always maintaining a close link with Urban Art. Since 2009 he curates “Vedo A Colori” an urban regeneration project set in Civitanova Marche. Artist Giulio Vesprini describes his project in Piazza della Pace as “An artwork characterized by two main compositions: A graphic source which encounters the gradual deformation of the theme of the circle and a source with botanical elements applied on top as a collage. This second source represents the revenge of nature over the excessive use of cement; Nature regains its own spaces. The graphic line gives equilibrium to the structure, highlights active urban movements and gives life and voice to an otherwise anonymous house. Stepping back from the graffiti you can see a heart, not as graphic synthesis, but as an organ. The artwork is signed with a progressive number and a keyword which in this case is PROMISE. There are several references connected to this name: the “promise festival” of Terni which starts exactly when the artwork is completed (7th February) and a street art promise made to the Terni people, a gift which talks about identity through colors”.

Video by LUCIO Desiati

Sybille’s bath by Ugo Gattoni for Sold Art Gallery | Video

Artista e illustratore, Ugo Gattoni presenta Sybille’s bath, la sua prima acquaforte realizzata sotto la supervisione dello stampatore Vincent Brunet dopo un soggiorno lavorativo all’URDLA, print shop di Villeurbanne in Francia. Edita in dicembre 2015 da Sold Art Online Gallery, questa onirica composizione si caratterizza per alcuni riferimenti all’anatomia della sua ragazza Sybille, nonché alle prospettive di Escher. Il video documenta il processo creativo di questa surreale incisione e mostra il know-how dell’artigiano stampatore.

Acquaforte, 30 copie.
Firmata e numerata dall’artista.
Dimensioni: 25,98 x 19,68 pollici (66 x 50 cm).
Stampato su 300g / mq BFK rives carta velina con frange ai confini (100% cotone).
Il certificato di autenticità è firmato dal artista e l’editor. 

Disponibile solo su soldart.com

Ugo Gattoni è nato nel 1988 a Vitry-sur-Seine (Francia). Dopo aver ottenuto una laurea in graphic design nel 2010, si è dedicato al suo grande progetto personale. Per sei mesi ha lavorato su un affresco alto 10 m e lungo 1,2 m realizzato con la penna a sfera, a cui è stata dedicata una mostra dal titolo “Ultra Copains” alla Galerie Surprise. Il lavoro di Ugo Gattoni si è distinto grazie a questo progetto e al suo libro “Bicycle”, pubblicato nel 2012 da Nobrow in occasione delle Olimpiadi di Londra. Ha collaborato con grandi brand come Hermes, Rolex, Pierre Frey, Ruinart, Céline e il New York Times. Il punto di partenza dei suoi disegni è spesso una storia, che si sviluppa per tutto il progetto. Ugo Gattoni fa sempre molta attenzione ai numerosi dettagli nei suoi disegni. Egli usa la sua immaginazione per dare vita a scene surreali che miscelano parti anatomiche, nature morte, architettura. Oltre alla carta, Ugo è un’artista curioso che lavora con altre tecniche e su altri materiali, con un particolare interesse per l’artigianato.

Press release • Ugo Gattoni - Sybille's bath-5

Press release • Ugo Gattoni - Sybille's bath-6

Video by Neutre – Ben Rch
Musica: This Patch Of Sky – Heroes And Ghosts

Photo credits: Nicolas Royol – ROYX

Kaos Temple project by OKUDA | Video

Il video mostra il work in progress dell’operazione che va a completare la trasformazione di una antica cattedrale abbandonata situata a Llenera in Astrurias (Spagna) in quella che è conosciuta inizialmente come Iglesia Skate dagli amanti dello skateboarding. Inizialmente riconvertita dal collettivo Church Brigade, a fine 2014 Okuda San Miguel entra in contatto con il luogo e vi immagina già quello che potrebbe essere il coronamento perfetto per la nuova Iglesia Skate. Ispirandosi alla sua iconica Kaos Star, l’artista ripensa questo spazio come un Kaos Temple. Con l’appoggio di Red Bull e dopo una campagna di crowdfunding attraverso Verkami, il 23 Novembre 2015 Okuda comincia a dipingere la chiesa e il 10 Dicembre 2015 viene nuovamente inaugurata con il nome di Kaos Temple, il nuovo tempio per l’arte urbana e lo skate. E’ l’intervento artistico più importante nella carriera dell’artista che ha portato l’arte urbana all’interno di un luogo caratteristico come quello di una chiesa. Un’intervento alternativo che ha fatto molto parlare promuovendo la possibilità di nuovi spazi per l’arte, soprattutto di questo tipo.

Oggi la chiesa è sempre aperta per gli skaters e gli amanti di questa nuova corrente artistica contemporanea. www.laiglesiaskate.com

Foto: Lucho Vidales | Video via Street Art News