“Semi” nella semantica scultorea di Renzo Lulli

Renzo Lulli - "Semi"

Renzo Lulli – “Semi”

In un angolo del cuore storico di Pisa, affacciato su Piazza San Paolo all’Orto, sorgono iPazzi, un bellissimo concept store in cui arte e design s’incontrano per dare vita, lungo le pareti del negozio, ad una continua mostra di oggetti dall’estetica seducente, e a volte bizzarra, dietro cui si nasconde anche qualità ed innovazione tecnologica. Proggetti, frutto di quelli che forse oggi sono proprio “i nuovi pazzi”, brillanti designers e autori che operano una piccola rivoluzione creativa del vivere quotidiano, attraverso soluzioni che in sé coniugano funzionalità e valore estetico, tutto nel segno dell’eco-sostenibilità, proponendo nuovi approcci dell’abitare, del lavorare e del vivere outdoor. iPazzi però vanno oltre e si fanno promotori di altri “pazzi”, artisti che caratterizzano col proprio lavoro il panorama dell’arte contemporanea toscana, grazie alla volontà del proprietario, Fabrizio Trontì, che cura una rassegna espositiva all’interno del negozio, arricchendone e ampliandone la già l’ambiziosa mission. Un luogo d’incontro e scambio insomma, che opera un piccolo approfondimento sulla realtà artistica toscana. Ed è su questa scia che, poco dopo Befana, iPazzi accolgono il 2014 con l’esposizione “Semi”, dedicata a Renzo Lulli, artista di origini toscane attivo da oltre vent’anni nella scultura. Il pubblico avrà conosciuto il suo personaggio nel film “I primi della lista” del regista Roan Johnson, su soggetto scritto dallo stesso Lulli, che da anni ormai vive e lavora in Marocco. Terra magica quella marocchina, non molto lontana geograficamente, ma distante per colori, odori, sapori, suoni e profumi, di cui l’artista presenta qui alcuni preziosi “semi”. Terra tanto affascinante quanto ispiratrice per la sua poetica e lo sviluppo di una personale semantica scultorea, costruita sulla dicotomia del linguaggio di soluzioni formali bicrome dalle sinuose linee concave e convesse, di parti scavate e parti in rilievo.

"Osso di riccio" - legno di limone e palissandro

“Osso di riccio” – legno di limone e palissandro

"La piovra" - legno di limone

“La piovra” – legno di limone

"Il Giunto" - legno di limone e cocco

“Il Giunto” – legno di limone e cocco

Semantica con la quale restituisce immagini e sensazioni della natura esotica che lo circonda, filtrata attraverso la sua sensibilità, e di ciò che per lui sono i valori di unità, di amicizia, di uguaglianza ove c’è un’apparente diversità. Forme “essenziali e semplici”, come scrive Trontì, che mostrano le eleganti caratteristiche del legno, articolate nell’ampio discorso che l’artista intrattiene con la materia in cui si identifica, dimostrando grande esperienza nella padronanza dei mezzi scultorei su materie lignee, molto spesso sfuggenti alla modellazione.

"Bassamarea" - legno di limone e palissandro

“Bassamarea” – legno di limone e palissandro

"La mia impronta" - legno di iroko

“La mia impronta” – legno di iroko

Una “Semi”-esposizione, che anticipa quello che l’artista esporrà, il prossimo 8 marzo, per la collettiva al Centro Espositivo SMS di Pisa, insieme ad altri 22 artisti italiani, di cui la metà pisani, e 7 marocchini. Un riconoscimento per tutto il lavoro di collaborazione e interscambio tra l’Italia e il Marocco, che sin dal 2004 esiste grazie alle residenze d’artista organizzate dal Direttore del Centro d’Arte Contemporanea di Ifitry (Essauri), Mustapha Romli, nonché Direttore della prima Biennale Internazionale di Casablanca del 2012, nella quale confluiscono le opere frutto di tali residenze. Il trait d’union culturale tra le due terre, è incarnato proprio dallo stesso Lulli, che da tre anni collabora con il Direttore Mustapha Romli, divenendo figura di riferimento e coordinazione per l’Italia nella realizzazione dell’interscambio artistico-culturale col Marocco, e di questa prossima grande esposizione d’arte contemporanea patrocinata dal Comune di Pisa, che promuove la città a centro di studio e produzione artistica.

La mostra “Semi” sarà visibile fino al 1 febbraio 2014 in orario di negozio.

http://www.renzolulli.it

http://ipazziblog.blogspot.it/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...