ConTesto, non contesto. Nuove narrazioni tra le arti.

Manifesto Contesto, non contesto

L’Associazione Culturale Fuori dal Museo, con il patrocinio del Comune di Crespina e della Provincia di Pisa, presenta ConTesto, non contesto. Nuove narrazioni tra le arti. A cura di M. Francesca Pepi. Con la collaborazione di Studio Gennai, Galleria Peccolo, A-typo, Associazione Culturale Fornace Pasquinucci.

Gli artisti:

Ferdinando Andolcetti / Emanuele Becheri-Cointreau / Franco Baroni / Irma Blank / Sandro Bottari / Federica Casarosa / Antonio Cecchi / Cosimo Cimino / Cobàs / Comitato Teste Fiorite / GiovanLuca Cupisti / Anita D’Orazio / Raffaella Formenti / Paolo Francesconi / Ignazio Fresu / Delio Gennai / Luca Giorgi / Yonel Hidalgo / Erico Kito / Luca Leggero / Les Liens Invisibles / Lights / Marcantonio Lunardi / Mauro Manfredi / Eugenio Miccini / Monica Michelotti / Robert Pettena  / Rudy Pulcinelli / Elisabetta Scarpini / Lorena Sireno / Renato Spagnoli / Elena Talenti / Elena Tozzi / Giacomo Verde.

 

Abstract:

Non soltanto contestare. Ma tessere insieme.

Ripartire dal contesto, rileggerlo, analizzarne frammenti di storia, potenzialità emotive, etiche ed estetiche e finalmente contribuire a riscriverlo, in parte…

 

Corrisponde ad una tensione, alla ricerca di senso nei luoghi della marginalità rurale, in un paesaggio concreto e simbolico al tempo stesso, che trapela l’esiguità residuale di potere decisionale intorno al proprio destino.

Nel fondere aspirazioni ad autodeterminarsi e consapevolezza della propria irrilevanza socio-economica, il “Luogo”, protagonista del dialogo, dimostra una energia simbolica, una capacità di creare nuove significazioni cui non rimangono indifferenti i linguaggi artistici della contemporaneità, lacerati tra aperture di orizzonti che si vorrebbero condivisi e ripetuti sbarramenti di fronte che riconducono invece a strade senza uscita.

 

Sottoposto a questa tensione, il Luogo si apre come un libro, in cui sono state scritte nuove pagine che si offrono allo sguardo, attraverso la voce degli artisti invitati a farlo rivivere…

Lo sguardo non è nostalgico, né ostentatamente provocatorio, ma ricerca nuove possibilità di lettura.

Si aggrappa a punti saldi, individuati come grammatica dell’esistenza, per provare a tessere nuove relazioni il più possibile feconde e non autoreferenziali: la radicalità ed essenzialità dell’essere umano, l’alterità della natura a cui pure l’uomo appartiene, ma da cui sembra inevitabilmente discostarsi, l’aspirazione alla gioia condivisa che rivive nella convivialità, la produzione artistica e la riflessione come alimento indispensabile per la vita e lo sviluppo.

Si riattivano spazi rimasti a lungo inerti e inutilizzati. Rivelano tutta la loro carica emotiva latente, accostando a sé nuovi “fruitori” attratti dal loro magnetismo e dalla sensibilità estetica e concettuale degli artisti capaci di leggere e di ascoltare, prima ancora che proiettati nell’esibire se stessi ed il proprio bagaglio di esperienze e professionalità.

A comporre questo contesto prende felicemente parte il progetto del Comitato Teste Fiorite, che ha intessuto con la lana una coperta delle storie per i propri figli, nella convinzione che la formazione e la piena felicità delle nuove generazioni passino attraverso la narrazione e la creatività e non solo attraverso l’esclusivo benessere materiale.

Anche questo è di auspicio per un nuovo contesto!

 

Il percorso, il cui incipit è alle ore 16 di sabato 7 settembre a Montelisi (piazza C. Battisti, 9 Crespina), con  installazioni, performances musicali e comportamentali, è articolato su due siti e prevede, da domenica 15 settembre anche una mostra di libri d’artista, realizzata con la collaborazione di Studio Gennai, Galleria Peccolo e Atypo, nell’Oratorio di Belvedere, a circa 5 km da Montelisi.

 

Per il secondo anno, i preziosi interni dell’Oratorio di Belvedere si aprono ad un percorso d’arte contemporanea, progettato dall’Associazione Fuori dal Museo, che li presenterà al pubblico anche attraverso un programma di visite guidate ai luoghi di interesse storico-artistico del territorio, organizzate in sinergia con il Comune di Crespina.

Tra le iniziative collaterali, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, A-Typo Special Guest di Collezione Carlo Pepi: performances e installazioni in context, con la presentazione del video di Mauro Andreani su Bio-Logie//Bio-Grafie. Crespina Arte e Natura 2012.

 

Il percorso sarà visitabile a Montelisi dal 7 al 29 settembre, sabato e domenica ore 16-19 e su appuntamento (Info: fuoridalmuseo@gmail.comhttp://fuoridalmuseo.wordpress.com ; tel. 349/4049695); nell’Oratorio di Belvedere la mostra di libri d’artista invece sarà visitabile dal 15 al 29 settembre.

 

Incipit: Montelisi, Sabato 7 settembre, ore 16. Percorso tra le installazioni e le performances live.

 

Al termine brindisi e degustazione di prodotti Km0, con il patrocinio di Slow Food Valdera. E’ un riconoscimento al lavoro serio delle aziende locali, impegnate nel territorio: Fattoria La Tana, Azienda Agricola Torre a Cenaia, Cantina delle Colline Pisane, Salumificio B&M, Caseificio Busti, Bio Colombini, Biscottificio Pasquinucci; con il supporto di Physis.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...